Informazioni ed assistenza sanitaria per la Cina

CLIMA E TERRITORIO

Confina a nord con la Russia, il Kazakistan e la Mongolia, a nord-est con la Corea del Nord, a sud con Vietnam, Laos, Birmania, India, a sud-ovest con Bhutan, Nepal, India, Pakistan, Afghanistan, Tagikistan e Kirghizistan.
E' caratterizzata da una grande varietà di climi, a causa dell'estensione del paese. La Cina del nord-est ha inverni molto freddi specie nella Manciuria settentrionale. Anche a Pechino in inverno è molto freddo. In compenso l'estate è molto calda e piovosa. Nella parte nord-occidentale, l'inverno è molto freddo e ventoso. In Tibet, le strade sono impraticabili durante l'inverno. Sono frequenti tempeste di neve. La migliore stagione per gli appassionati di trekking va da metà agosto a metà ottobre. Nella Cina meridionale, il clima è umido. Le estati sono molto calde e piovose. Settembre-ottobre è la stagione dei tifoni. Nell'estremo sud il clima diventa francamente tropicale, le temperature sono alte tutto l'anno. La maggior umidità e piovosità va da maggio a settembre.



CERTIFICAZIONI RICHIESTE


febbre gialla: il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori provenienti da zone infette.

HIV: le persone che facciano richiesta di residenza permanente o che intendano stare o studiare per più di un anno devono produrre un certificato per l'HIV al loro arrivo o sottoporsi ad un test entro 20 giorni. Qualsiasi test eseguito all'estero deve essere approvato da una ambasciata o da un consolato cinese.



VACCINAZIONI CONSIGLIATE


difterite e tetano; epatite B; encefalite giapponese; rabbia.



RISCHI PER LA SALUTE


- SARS: vedi http://www.who.int/csr/sars/travel

- malaria: il rischio di malaria - soprattutto da P. falciparum - esiste nelle province di Hainan e Yunnan. La malaria falciparum resistente a più farmaci vi è stata segnalata. Il rischio di malaria da P. vivax esiste nelle province e nelle regioni di Fujian, Guangdong, Guangxi, Guizhou, Hainan, Sichuan, Xizang (solo lungo il fiume Zangbo all'estremo sudest) e Yunnan. C'è un rischio generalmente molto basso (solo P. vivax) nelle province di Anhui, Hubei, Hunan, Jangsu, Jiangxi e Shandong. Il rischio può essere più alto nel corso di epidemie isolate. Dove c'è trasmissione, essa avviene unicamente nelle comunità rurali remote, al di sotto dei 1500 metri da luglio a novembre a nord del 33° grado di latitudine N, da maggio a dicembre tra il 33° e il 25° grado di latitudine N e per tutto l'anno al di sotto del 25° grado di latitudine N. Non vi è nessun rischio di malaria nelle zone urbane e nelle pianure densamente popolate. Generalmente, i turisti non devono ricorrere alla profilassi antimalarica, a meno che prevedano di soggiornare in zone rurali lontane nelle province e regioni sopra elencate.
Profilassi raccomandata nelle aree a rischio: consultare il proprio medico.

- Altre malattie trasmesse da artropodi: sebbene ridotte in prevalenza e distribuzione nel sud della Cina, sono segnalate sia la filariosi da Wuchereria bancrofti, sia la filariosi da Brugia malayi. Occasionalmente si riscontrano casi di leishmaniosi viscerale. Endemica è la febbre emorragica con sindrome nefrosica - febbre emorragica di Corea trasmessa da roditori - e possono presentarsi epidemie di dengue e di encefalite giapponese.
Si osservano, talvolta, casi di febbre fluviale del Giappone (tifo delle foreste) nelle zone di boscaglia della Cina meridionale.

- Diarrea del viaggiatore: rischio moderato. Raccomandata rifaximina per eventuale trattamento.

- Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall'acqua: diffuse nella maggior parte del paese sono le malattie diarroiche, l'epatite A e, nella parte occidentale, l'epatite E. Le elmintiasi sono estremamente comuni. Più di 20 milioni sono le persone affette da paragonimiasi (distomatosi polmonare), trasmessa attraverso il consumo di granchi crudi, gamberi e salse preparate con crostacei, 5 milioni da clonorchiasi (distomatosi epatica) per ingestione di pesce d'acqua dolce. Esiste pure la fasciolopsiasi (distomatosi intestinale). Per quanto riguarda il colera, i casi dichiarati nel 2003 sono stati 223, 185 dei quali dovuti al V.cholerae O139, ciò che rappresenta il 93% di tutti i casi confermati in laboratorio.

- Altre malattie: esiste il rischio di contrarre la schistosomiasi (bilharziosi) nei numerosi corsi d'acqua del sud-est e dell'est della Cina, lungo la valle del fiume Chang Jiang (Yangtze) e dei suoi affluenti. Presenti sono anche la brucellosi, la leptospirosi e il tracoma. Vi sono focolai di peste.
Nel paese esiste un'elevata prevalenza (5-20%) di portatori del virus HBV, responsabile dell'epatite B.



SICUREZZA



Nonostante il tasso di criminalità in Cina sia molto basso, la situazione sta lentamente cambiando, specialmente nelle grandi città. furti e scippi a danno dei turisti e dei residenti stranieri sono in aumento, particolarmente nelle zone affollate e di affluenza turistica (anche a Pechino, soprattutto nel quartiere di San Li Tun).
Durante l'estate la maggiore piovosità può dare origine a gravi inondazioni nelle regioni rurali dei bacini fluviali (Yangtse - Cina Centromeridionale e Fiume Giallo - Cina settentrionale) che possono raggiungere un estremo grado di pericolosità. In considerazione della repentina variabilità delle condizioni atmosferiche nel periodo estivo (soprattutto agosto e settembre), si consiglia ai viaggiatori di informarsi prima della partenza consultando i siti Internet appositi sulle condizioni meteorologiche nelle zone della Cina che si intendono visitare.
Zone a rischio: sono ancora molti i luoghi della Cina non visitabili da turisti stranieri. Transitare in dette aree espone al rischio di essere fermati dalle locali Autorità di polizia, multati e poi espulsi (o talvolta arrestati). Per conoscere tali zone ci si può informare direttamente al China International Travel Service (tel. 008610-66053759 / 66012018).


Nello Xinjiang è attivo un movimento indipendentista (la popolazione è per lingua e cultura di ceppo turco e confessione islamica), che nel recente passato ha rivendicato alcuni attentati nei principali centri abitati. La situazione di sicurezza appare sotto il fermo controllo delle Autorità. In alcuni casi è stato negato l'accesso a gruppi turistici in specifiche zone. Poco sorvegliate, e quindi pericolose, le zone di confine con il Pakistan e l'Afghanistan, doverosa quindi la massima cautela.

Nello Yunnan: nonostante la maggior parte della Provincia sia aperta al turismo, il forte contrabbando (anche di droga) presente nelle aree di frontiera con Birmania, Laos e Vietnam, può rendere particolarmente pericolose le zone meno frequentate.

E' più facile visitare il Tibet nell'ambito di una visita guidata anche se possono comunque esservi difficoltà nell'ottenimento del visto, rilasciato con criteri restrittivi. Particolari restrizioni sono applicate a giornalisti e diplomatici. E' altresì consigliabile evitare temi politici nel contatto con la popolazione locale: il turista straniero rischia l'espulsione. Gli stranieri possono soggiornare solo in appositi hotel.

Si consiglia prudenza nell'acquisto di oggetti di antiquariato, accertandosi che siano muniti delle apposite certificazioni per l'esportazione, ad evitare la loro confisca al controllo doganale.


(Testo tratto dal sito www.visticonsolari.dalu.it - © Agenzia Dalu Via Gian Luca Squarcialupo, 19/b 00162 Roma )
servizio riservato ai cittadini stranieri che vogliono venire in ITALIA per turismo, affari ed altro.
La nostra agenzia può fornire i documenti necessari per la domanda del visto, FIDEIUSSIONE e POLIZZA ASSICURATIVA.
Contattaci per ulteriori informazioni

Servizi
Link utili
F.A.Q.
Dove Siamo
Chi Siamo
Contatti
Cookie policy
Home


Camera
Commercio
Tribunale
Catasto
Ufficio iva
Altri certificati


.:: Previsioni meteo ::.
(click to enlarge)


Dicembre 2017
Do
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa





1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31






ORARIO UFFICIO: 09:00 - 13:30 / 14:30 - 18:30     METODI DI PAGAMENTO: Carta di credito (paypal), carta prepagata, bancomat, contrassegno, bonifico     ALGERIA: emettiamo assicurazione sanitaria per l'Algeria     RUSSIA: Forniamo INVITI per la Russia ed assicurazione sanitaria     TRADUZIONI: traduzioni SEMPLICI e GIURATE in tutte le lingue     CERTIFICATI: CCIA, Registro Imprese, Tribunale Civile/Penale, Ufficio Entrate, Anagrafe, Prefettura, Procura     CUBA: rilasciamo targhette Cuba ed assicurazione sanitaria     CONSEGNA/RITIRO IN AEROPORTO: di Roma Fiumicino/Ciampino tutti i giorni 24 ore su 24     IRAN: Forniamo INVITI per l'iran ed Assicurazione Sanitaria      AZERBAIJAN: Forniamo INVITI per l'Azerbaijan      ASSICURAZIONI SANITARIE: Forniamo assicurazioni sanitarie per tutti i Paesi     VISTI PER L'ITALIA: Forniamo documenti quali FIDEIUSSIONE ed ASSICURAZIONE SANITARIA per ottenere il visto per l'Italia     LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI: presso tutti i Consolati/Ambasciate     BIELORUSSIA: Forniamo INVITI per la Bielurussia ed Assicurazione Sanitaria     LIBIA: Forniamo INVITI per la Libia