Informazioni ed assistenza sanitaria per la Nigeria

CLIMA E TERRITORIO
Africa centro-settentrionale. Confina a nord col Niger e col Ciad, col Benin a ovest, il Camerun ad est, a sud col Golfo di Guinea. Il territorio nigeriano è formato da una fascia pianeggiante a sud, percorsa dal fiume Niger e dal suo delta, dalla valle superiore del Niger e dai suoi affluenti nelle aree centrali e da un vasto altopiano roccioso a nord.
Sulla costa, la stagione delle piogge dura 7 mesi, da fine marzo a fine ottobre. E' molto marcata a Lagos, dove il caldo è soffocante. Le piogge sono forti anche nelle regioni elevate, ma diminuiscono al nord dove durano solo 4 mesi (da giugno a settembre). Novembre e dicembre sono i mesi più indicati per una visita al paese.



CERTIFICAZIONI RICHIESTE


febbre gialla: il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da zone infette.

HIV: l'1 dicembre del 1988 il Capo di Stato Maggiore nigeriano annunciò che il governo "avrebbe preso delle contromisure appropriate" per i paesi che richiedono il test HIV per i nigeriani che vogliono entrarvi. Presumibilmente la Nigeria prenderà misure reciproche contro qualsiasi nazione, che abbia introdotto o introdurrà il test HIV obbligatorio per i viaggiatori nigeriani.



VACCINAZIONI CONSIGLIATE


febbre gialla; difterite e tetano; poliomielite; morbillo; febbre tifoide; epatite A; epatite B; rabbia; meningite meningococcica.



RISCHI PER LA SALUTE


- malaria: il rischio di malaria, principalmente da P. falciparum, esiste tutto l'anno in tutto il paese. P. falciparum resistente alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina.
Profilassi raccomandata: consultare il proprio medico.

- Altre malattie trasmesse da artropodi: sono la principale causa di morbilità. La Nigeria ha conosciuto ogni anno, dal 1986 in poi, epidemie importanti di febbre gialla. Sono diffuse diverse forme di filariosi ed esistono focolai endemici di oncocercosi (cecità dei fiumi). Si riscontrano la leishmaniosi cutanea e viscerale ed è segnalata in piccoli focolai la tripanosomiasi africana (malattia del sonno). Si verificano casi di febbre ricorrente e di tifo da pidocchi, pulci e zecche. Diffusa è la tungosi. Molte malattie virali, trasmesse da zanzare, flebotomi e zecche si possono presentare sotto forma di febbri emorragiche gravi.

- Diarrea del viaggiatore: rischio elevato. Raccomandata rifaximina per eventuale trattamento.
Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall'acqua: sono fortemente endemiche, le elmintiasi di origine alimentare (particolarmente la paragonimiasi o distomatosi polmonare), la giardiasi, la febbre tifoide, l'epatite A ed E. Il colera è iperendemico con 1933 casi e 97 decessi riportati nel 2003. Il 3 dicembre 2004, l'OMS aveva ricevuto un rapporto dal Ministero della Sanità che riferiva di 1616 casi e 126 decessi ( tasso di letalità del 5,8%) dal 15 ottobre al 23 novembre 2004 nello stato di Kano e di 300 casi e 50 decessi ( tasso di letalità del 16,7%) dal 16 settembre al 18 novembre nello stato di Edo. La dracunculosi è ancora endemica.


- Altre malattie: molto diffusa la schistosomiasi (bilharziosi), diffuso il tracoma, endemica la poliomielite. Un serbatoio del virus della febbre di Lassa esiste in un ratto molto comune del gruppo Mastomys natalensis. Possono verificarsi epidemie di meningite meningococcica, specie nelle aree della savana, durante la stagione secca. Attenzione agli animali rabidi e ai serpenti. Nel paese esiste un'alta prevalenza (5-20%) di portatori del virus HBV, responsabile dell'epatite B.




SICUREZZA


Il Ministero degli Esteri sconsiglia viaggi in questo paese se non strettamente necessari, a causa della situazione polittica. Si segnala che a seguito dei recenti scontri etnico-religiosi il Presidente Olusegun Obasanjo ha dichiarato lo stato di emergenza nello stato nigeriano del Plateau State. Lo stesso Presidente ha inoltre sottolineato come la crisi in tale regione ha già avuto serie conseguenze in Kano e potrebbe provocare un deterioramento della situazione interna anche in altri Stati del centro e del nord ovest.
Tra le zone più a rischio il Ministero cita:
a) la zona del delta del Niger ed in particolare le città di Warri e di Port Harcourt. Si sconsiglia di recarsi negli stati di: Edo, Delta, Rivers, Bayelsa, Akwa Ibom, Imo, Abia, Ondo e Cross Rivers, a meno che non sia necessario e sempre dopo essersi garantiti opportune misure di sicurezza, in particolare per quanto riguarda i trasporti.
b) zone del nord che fino a poco tempo fa erano considerate relativamente tranquille (Kano, Kaduna, Bauchi, Borno, Gombe e Zamfara) sono state di recente al centro di episodi di intolleranza e di violenza etnico-religiosa, episodi che hanno causato numerosi morti nonostante l'intervento dell'esercito. Nel caso di Kano, nel corso del primo semestre del 2004, si sono registrati i primi casi di attacco a occidentali, da parte di gruppi fanatici ancora piccoli e disorganizzati, per la prima volta motivati da questioni religiose.
Nel corso dei primi giorni di ottobre 2004 si sono susseguiti violenti scontri tra le forze di polizia ed il gruppo islamico autonominatosi "taliban", nello stato di Borno, a nord-est della Nigeria. Gli scontri, avvenuti in particolare nella località di Kala-Balge, avrebbero provocato un numero imprecisato di vittime tra le parti. Il predetto gruppo è attivo anche nell'area confinante con il Camerun (Stato di Adamawa), ma anche negli stati di Bauchi e Gombe. Eventi della stessa natura, registrati sin dalla fine del 2003, hanno causato molte vittime tra le forze di polizia e i civili nelle aree summenzionate.
c) la città di Jos, un tempo tra le più tranquille, è stata teatro negli ultimi 2-3 anni di sanguinosi scontri intertribali a sfondo anche interreligioso. Si calcola che negli ultimi 3 anni le vittime di tali violenze siano state oltre 50000, anche se gli espatriati non risultano essere generalmente bersagli mirati negli attacchi.
d) la metropoli di Lagos. Numerosi sono stati gli episodi in cui gli espatriati e i diplomatici stranieri sono risultati coinvolti in episodi di violenza con scontri a fuoco, a seguito dei quali le autorità locali hanno reintrodotto i posti di blocco (in auge nel precedente regime militare) con l'ordine di sparare a vista sui criminali sospetti. L'adozione di detta misura ha da un lato portato ad una diminuzione degli episodi criminosi nelle aree cosiddette residenziali (come ad esempio Victoria Island ed Ikoyi a Lagos) ma ha, d'altro canto, determinato lo spostamento di parte della criminalità in particolare sulle strade di maggiore scorrimento, tant'è che la strada da e per l'aeroporto di Lagos è diventata pericolosa anche in pieno giorno.




(Testo tratto dal sito www.visticonsolari.dalu.it - © Agenzia Dalu Via Gian Luca Squarcialupo, 19/b 00162 Roma )
servizio riservato ai cittadini stranieri che vogliono venire in ITALIA per turismo, affari ed altro.
La nostra agenzia può fornire i documenti necessari per la domanda del visto, FIDEIUSSIONE e POLIZZA ASSICURATIVA.
Contattaci per ulteriori informazioni

Servizi
Link utili
F.A.Q.
Dove Siamo
Chi Siamo
Contatti
Cookie policy
Home


Camera
Commercio
Tribunale
Catasto
Ufficio iva
Altri certificati


.:: Previsioni meteo ::.
(click to enlarge)


Dicembre 2017
Do
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa





1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31






ORARIO UFFICIO: 09:00 - 13:30 / 14:30 - 18:30     METODI DI PAGAMENTO: Carta di credito (paypal), carta prepagata, bancomat, contrassegno, bonifico     ALGERIA: emettiamo assicurazione sanitaria per l'Algeria     RUSSIA: Forniamo INVITI per la Russia ed assicurazione sanitaria     TRADUZIONI: traduzioni SEMPLICI e GIURATE in tutte le lingue     CERTIFICATI: CCIA, Registro Imprese, Tribunale Civile/Penale, Ufficio Entrate, Anagrafe, Prefettura, Procura     CUBA: rilasciamo targhette Cuba ed assicurazione sanitaria     CONSEGNA/RITIRO IN AEROPORTO: di Roma Fiumicino/Ciampino tutti i giorni 24 ore su 24     IRAN: Forniamo INVITI per l'iran ed Assicurazione Sanitaria      AZERBAIJAN: Forniamo INVITI per l'Azerbaijan      ASSICURAZIONI SANITARIE: Forniamo assicurazioni sanitarie per tutti i Paesi     VISTI PER L'ITALIA: Forniamo documenti quali FIDEIUSSIONE ed ASSICURAZIONE SANITARIA per ottenere il visto per l'Italia     LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI: presso tutti i Consolati/Ambasciate     BIELORUSSIA: Forniamo INVITI per la Bielurussia ed Assicurazione Sanitaria     LIBIA: Forniamo INVITI per la Libia