Informazioni ed assistenza sanitaria per l'Oman

CLIMA E TERRITORIO
Confina all'interno con gli Emirati Arabi Uniti, con l'Arabia Saudita e lo Yemen; è bagnato dal Golfo di Oman e dal Mar Arabico. Territorio arido nelle zone interne e centrali, con migliori condizioni ad est e a sud-ovest, dove si condensa maggiormente la popolazione.
Il clima è tropicale, caldo-umido d'estate e caldo d'inverno. Le precipitazioni atmosferiche sono scarse ed il periodo più favorevole per poter visitare il paese va da novembre a marzo/aprile (la temperatura si aggira intorno ai 29°C).



CERTIFICAZIONI RICHIESTE


febbre gialla: il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesta ai viaggiatori provenienti da zone infette.

HIV: le persone che intendono impiegarsi nel settore privato sono obbligate ad eseguire un test per l'HIV al loro arrivo, ma quelli il cui test risultasse positivo non sono obbligati a lasciare il paese sulla base del solo test. Altri test dovranno essere eseguiti ogni due anni all'atto della richiesta del permesso di lavoro.



VACCINAZIONI CONSIGLIATE


difterite e tetano; morbillo; febbre tifoide; epatite A; epatite B; rabbia.



RISCHI PER LA SALUTE


- malaria: un rischio molto limitato di malaria, anche da P. falciparum, può esistere in zone lontane dalla provincia di Musandam. Nessun caso riportato dal 2001. Riportata clorochino-resistenza del P. falciparum.
Profilassi raccomandata: consultare il proprio medico.

- Altre malattie trasmesse da artropodi: non costituiscono un grosso pericolo per il viaggiatore. È presente la leishmaniosi cutanea. La leishmaniosi viscerale è rara. Si possono osservare casi di febbre ricorrente da zecche di tifo murino e di tifo da zecche.

- Diarrea del viaggiatore: rischio elevato. Raccomandata rifaximina per eventuale trattamento.
- Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall'acqua: sono molto rischiose e su tutto il paese infieriscono le febbri tifoidi e paratifoidi, l'epatite virale e il colera. Sono stati segnalati casi di teniasi. La brucellosi è molto diffusa ed esistono focolai di echinococcosi (idatidosi).

- Altre malattie: morbillo: tra la metà del dicembre 1991 e il mese di maggio 1992 si è sviluppata un'importante epidemia di morbillo nella regione del Dhofar, limitrofa allo Yemen e all'Arabia Saudita. L'incidenza della malattia è stata di 4,1 casi di morbillo per 1.000 abitanti. Sono stati riscontrati il tracoma e la rabbia animale. rabbia: in Oman all'inizio del 1990 per la prima volta è stato confermato ufficialmente un caso di rabbia: uno scolaro è deceduto 3 settimane dopo essere stato morso da una volpe. Le volpi sembrano essere la causa principale della rabbia (80% dei casi). Il primo focolaio epidemico di rabbia è stato osservato a Yangoul al nord d'Ibri nella regione settentrionale di Oman. Nel paese esiste un'alta prevalenza (5-20%) di portatori del virus HBV, responsabile dell'epatite B.



SICUREZZA



La situazione in Iraq genera in questi ambienti governativi molte preoccupazioni per i possibili contraccolpi nel Paese e nella regione ed un diffuso disagio nei confronti di un'opinione pubblica e dei mezzi di informazione sempre più critici verso la politica degli Stati Uniti nella regione. La rivelazione degli episodi della prigione di Abu Ghraib, qui diffusi con dovizia di immagini, stanno facendo crescere il risentimento, se non l'ostilità per le comunità occidentali. Non vi sono indicazioni di opposizione interna anche perché gli organi di sicurezza effettuano un controllo assiduo ed efficace sul territorio.
Nessuna zona a rischio. Esistono però alcune zone interdette per ragioni militari, nella regione sud-ovest (da Sarfeir a Ramlat Shaeit; da Ramlat Shaeit a Um Al Zumul, e da Um Al Zumul a Hafeit).
Le zone di Ra's Al Hadd e Ra's Al Jinz (regione costiera occidentale) possono essere visitate con permesso del Ministero della Cultura. La regione del Musandam (punta settentrionale del Paese) e la città di Buraimi (regione di nord/ovest) comportando l'uscita e il successivo rientro nel Paese possono essere visitate solo disponendo di un visto multiplo.




(Testo tratto dal sito www.visticonsolari.dalu.it - © Agenzia Dalu Via Gian Luca Squarcialupo, 19/b 00162 Roma )
servizio riservato ai cittadini stranieri che vogliono venire in ITALIA per turismo, affari ed altro.
La nostra agenzia può fornire i documenti necessari per la domanda del visto, FIDEIUSSIONE e POLIZZA ASSICURATIVA.
Contattaci per ulteriori informazioni

Servizi
Link utili
F.A.Q.
Dove Siamo
Chi Siamo
Contatti
Cookie policy
Home


Camera
Commercio
Tribunale
Catasto
Ufficio iva
Altri certificati


.:: Previsioni meteo ::.
(click to enlarge)


Dicembre 2017
Do
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa





1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31






ORARIO UFFICIO: 09:00 - 13:30 / 14:30 - 18:30     METODI DI PAGAMENTO: Carta di credito (paypal), carta prepagata, bancomat, contrassegno, bonifico     ALGERIA: emettiamo assicurazione sanitaria per l'Algeria     RUSSIA: Forniamo INVITI per la Russia ed assicurazione sanitaria     TRADUZIONI: traduzioni SEMPLICI e GIURATE in tutte le lingue     CERTIFICATI: CCIA, Registro Imprese, Tribunale Civile/Penale, Ufficio Entrate, Anagrafe, Prefettura, Procura     CUBA: rilasciamo targhette Cuba ed assicurazione sanitaria     CONSEGNA/RITIRO IN AEROPORTO: di Roma Fiumicino/Ciampino tutti i giorni 24 ore su 24     IRAN: Forniamo INVITI per l'iran ed Assicurazione Sanitaria      AZERBAIJAN: Forniamo INVITI per l'Azerbaijan      ASSICURAZIONI SANITARIE: Forniamo assicurazioni sanitarie per tutti i Paesi     VISTI PER L'ITALIA: Forniamo documenti quali FIDEIUSSIONE ed ASSICURAZIONE SANITARIA per ottenere il visto per l'Italia     LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI: presso tutti i Consolati/Ambasciate     BIELORUSSIA: Forniamo INVITI per la Bielurussia ed Assicurazione Sanitaria     LIBIA: Forniamo INVITI per la Libia