Informazioni ed assistenza sanitaria per l'Uganda

CLIMA E TERRITORIO
Situato in Africa centro-orientale, confina a nord col Sudan, a ovest con il Congo ex Zaire, a sud con il Ruanda e la Tanzania, ad est con il Kenya.
Clima equatoriale, con temperature costanti (intorno ai 27°) che variano in funzione dell'altitudine.
La regione intorno al lago Vittoria è piuttosto piovosa. Da evitare il periodo da marzo a maggio. I mesi meno piovosi sono invece luglio, agosto e settembre. Nella metà occidentale del paese, i mesi meno secchi sono da dicembre a febbraio. Nel nord-est del paese si estende una zona semi-desertica di savane. In questa zona la stagione secca dura da novembre ad aprile.



CERTIFICAZIONI RICHIESTE


febbre gialla: il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da zone endemiche.



VACCINAZIONI CONSIGLIATE


febbre gialla; difterite e tetano; morbillo; febbre tifoide; epatite A; epatite B; rabbia.



RISCHI PER LA SALUTE


- malaria: il rischio di malaria, principalmente da P. falciparum, esiste tutto l'anno in tutto il paese, ivi comprese le città principali di Fort Portal, Jinja, Kampala, Mbale e parti di Kigezi. Segnalata resistenza alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina.
Profilassi raccomandata: consultare il proprio medico.

- Altre malattie trasmesse da artropodi: sono la principale causa di morbilità. Oltre alla malaria, sono diffuse diverse forme di filariosi ed esistono focolai endemici di oncocercosi (cecità dei fiumi). Si riscontrano la leishmaniosi cutanea e viscerale ed è segnalata in piccoli focolai la tripanosomiasi africana (malattia del sonno). Si verificano casi di febbre ricorrente e di tifo da pidocchi, pulci e zecche. Focolai naturali di peste sono stati segnalati nel paese. Diffusa è la tungosi e molte malattie virali, trasmesse da zanzare, flebotomi, zecche, ecc., si possono presentare sotto forma di febbri emorragiche gravi. Epidemie di febbre gialla si verificano periodicamente tra la popolazione non vaccinata.

- Diarrea del viaggiatore: rischio elevato. Raccomandata rifaximina per eventuale trattamento.
- Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall'acqua: Il colera è iperendemico. Nel 2003 sono satti riportati dal Paese 4377 casi e 129 decessi. Fortemente endemiche sono pure l'echinoccoccosi, le elmintiasi di origine alimentare, la giardiasi, la febbre tifoide, l'epatite A ed E. La dracunculosi è diffusa.

Altre malattie: diffusa la schistosomiasi come pure il tracoma. Sono presenti Serbatoi animali di infezioni da virus Marburg e da virus Ebola. Nel periodo 2000-2001 il paese aveva denunciato 425 casi di infezione da virus Ebola con 224 decessi. Attenzione agli animali rabidi e ai serpenti.
Nel paese esiste un'alta prevalenza (5-20%) di portatori del virus HBV, responsabile dell'epatite B.



SICUREZZA


Il Ministero degli Affari Esteri sconsiglia vivamente di visitare il "Mgahinga National Park" nel sud-ovest dell'Uganda e le aree del distretto di Kisoro confinanti con la Repubblica Democratica del Congo, dove il 3 dicembre 2004 si sono registrati combattimenti tra diverse fazioni.
Va inoltre segnalato che ribelli appartenenti al gruppo "Lord's Resistance Army" avrebbero intenzione di uccidere i cittadini americani che venissero a trovarsi nelle seguenti zone nel nord del Paese: Apac, Gulu, Pader, Kitgum, Adjumani e Lira. Essendo per i ribelli impossibile distinguere tra nazionalità, ogni occidentale potrebbe così diventare un possibile bersaglio. Si raccomanda, pertanto, di non recarsi per il momento nelle predette località dell'Uganda. Vanno inoltre evitate le altre zone a rischio del paese.
A nord , dove opera da tempo il movimento guerrigliero dell'LRA (Lord's Resistance Army), la situazione di sicurezza si è notevolmente degradata a partire dal mese di giugno 2002, ed in modo particolare nei distretti di Gulu, Kitgum, Adjumani, Apac, Pader e Lira, a causa di gruppi di guerriglieri, infiltratisi dal Sudan meridionale, che sistematicamente seminano il terrore nei centri abitati con uccisioni, rapimenti ed incendi.
La presenza dei guerriglieri interessa talvolta anche la parte settentrionale del parco nazionale "Murchinson Falls", una delle principali mete turistiche del Paese. Di recente, inoltre, si sono verificate incursioni da parte di elementi dell'LRA, con gravi episodi di violenza, nei distretti di Katakwi, Soroti e Kaberamaido, all'est del Paese.
Oltre ai territori sopra indicati, Il nostro Ministero degli esteri sconsiglia vivamente di recarsi per via stradale nelle città di Arua, Moyo, Yumbe e nel distretto di Nebbi ed in generale in tutto il West Nile. oltre che naturalmente nel Nord Uganda: strade Lira-Gulu; Gulu-Kitgum; Pakwach-Gulu; Lira-Kitgum; Soroti-Lira. Nel mese di marzo 2004, due missionari americani sono stati assassinati a Yumbe .
La Karamoja, nel nord-est del Paese (distretti di Kotido, Moroto e Nakapiripirit) è sede di scontri intertribali ed anche tra i guerrieri-pastori e l'esercito a seguito della campagna di disarmo avviata dal governo nei confronti dei Karamojong. E' molto pericoloso percorrere tale regione in automobile.

Le Regioni dell'est del Paese sono pericolose per motivi di criminalità comune.
Nel mese di agosto 2003 un missionario italiano è stato ucciso a scopo di rapina nei pressi di Kapedo, nel Distretto di Kotido.
Anche nella zona di Gulu è stato di recente assassinato un missionario italiano, sempre, a quanto sembra,per rapina.
La regione di Kampala e le zone del sud del Paese risultano essere abbastanza sicure. Tuttavia è consigliabile esercitare una certa vigilanza nei luoghi pubblici frequentati da stranieri, quali alberghi, ristoranti, centri commerciali, bar e locali notturni. A Kampala vengono segnalate sporadiche rapine e aggressioni armate a danno anche di cittadini stranieri. Frequenti i casi di scippo nelle strade del centro.




(Testo tratto dal sito www.visticonsolari.dalu.it - © Agenzia Dalu Via Gian Luca Squarcialupo, 19/b 00162 Roma )
servizio riservato ai cittadini stranieri che vogliono venire in ITALIA per turismo, affari ed altro.
La nostra agenzia può fornire i documenti necessari per la domanda del visto, FIDEIUSSIONE e POLIZZA ASSICURATIVA.
Contattaci per ulteriori informazioni

Servizi
Link utili
F.A.Q.
Dove Siamo
Chi Siamo
Contatti
Cookie policy
Home


Camera
Commercio
Tribunale
Catasto
Ufficio iva
Altri certificati


.:: Previsioni meteo ::.
(click to enlarge)


Ottobre 2017
Do
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
29
30
31



ORARIO UFFICIO: 09:00 - 13:30 / 14:30 - 18:30     METODI DI PAGAMENTO: Carta di credito (paypal), carta prepagata, bancomat, contrassegno, bonifico     ALGERIA: emettiamo assicurazione sanitaria per l'Algeria     RUSSIA: Forniamo INVITI per la Russia ed assicurazione sanitaria     TRADUZIONI: traduzioni SEMPLICI e GIURATE in tutte le lingue     CERTIFICATI: CCIA, Registro Imprese, Tribunale Civile/Penale, Ufficio Entrate, Anagrafe, Prefettura, Procura     CUBA: rilasciamo targhette Cuba ed assicurazione sanitaria     CONSEGNA/RITIRO IN AEROPORTO: di Roma Fiumicino/Ciampino tutti i giorni 24 ore su 24     IRAN: Forniamo INVITI per l'iran ed Assicurazione Sanitaria      AZERBAIJAN: Forniamo INVITI per l'Azerbaijan      ASSICURAZIONI SANITARIE: Forniamo assicurazioni sanitarie per tutti i Paesi     VISTI PER L'ITALIA: Forniamo documenti quali FIDEIUSSIONE ed ASSICURAZIONE SANITARIA per ottenere il visto per l'Italia     LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI: presso tutti i Consolati/Ambasciate     BIELORUSSIA: Forniamo INVITI per la Bielurussia ed Assicurazione Sanitaria     LIBIA: Forniamo INVITI per la Libia